È uscito il nostro primo libro
"Foodification - Come il cibo si è mangiato le città".

Eris Edizioni. Collana BookBlock.

Il podcast su Spotify

Rinascono i Murazzi: ovviamente foodificati.

01.04.2022

“Purché riaprano i Murazzi, va bene tutto!” Sembra questo il pensiero prevalente nelle discussioni tanto pubbliche su giornali e mass media, quanto private tra amici, solitamente accompagnate da un ricordo di quanto fossero belli, diversi e irripetibili quelli della nostra epoca.

 

Ma andiamo con ordine: puntuale come la primavera a febbraio, è ricomparso come ogni anno il dibattito sulla necessità di riaprire i Murazzi, un po’ per esigenze turistiche un po’ per creare uno sfogatoio dove far confluire la massa di giovani che reca disturbo ai residenti delle zone gentry torinesi. 

Si tratta del fenomeno della cosiddetta “malamovida” (neologismo che riesce a essere peggio di “movida”), che si vuole contrapporre alla “buona movida” (forse dovremmo smetterla di seguire i trend linguistici mainstream) da far rinascere in altri spazi della città, vedi i Murazzi e Borgo Dora nel caso di Torino.

 

A tal proposito vi è stata una discussione in Commissione consiliare venerdì 18 febbraio, sulla base di una mozione che invita direttamente alla riapertura dei Murazzi: 

 

“DISCOTECHE NO!” 

 

Continua a leggere

 

Rinascono i Murazzi: foodificati

Foodification racconta la trasformazione e
l’evoluzione delle nostre città vista attraverso la lente
della gourmet gentrification e nasce dall'incontro
artistico tra Paolo Tex Tessarin e Marco Perucca

Dalla gourmet experience alla gourmet gentrification.

Gli spazi urbani da luoghi di aggregazione a luoghi di somministrazione.

Un'analisi di come il cibo si sta mangiando le nostre città.

Dal Salone del Gusto allo Street Food, passando per la Sagra della Salamella fritta nel cuore di strade e quartieri.

Come è successo tutto questo?

Avevamo davvero bisogno di tutto questo?

Torino capitale del food

Aprile 2020

Menelique pubblica l'articolo "Torino capitale del food" insieme al racconto "La resa" a cura di Foodification

Una realtà che profuma di distopia: il viaggio ventennale di Torino verso la gourmet gentrification.

Nel 2016 prende vita lo spettacolo teatrale
"Come il cibo si è mangiato la città".

Partendo da Torino, città natale degli autori, la recita analizza le relazioni tra cibo e territorio.

Dal Salone del Gusto al Parco del Valentino alla nascita di Eataly fino ai mutamenti commerciali ed estetici di quartieri e distretti.

Una narrazione ironica unita alla disamina di dati statistici economici e sociali.

Tra il recente passato e un futuro prossimo che profuma di distopia molto vicina alla realtà, scambi di battute e monologhi che guidano un percorso attraverso le trasformazioni che Torino e l’Italia hanno vissuto negli ultimi quindici anni proprio a causa di una nuova concezione del cibo, o meglio "food" che da nutrimento diventa prodotto, status symbol e protagonista di gentrification.

Dalla fondazione di Eataly nel 2003, alle recensioni dell’ultimo ristorante di tendenza sorto nel distretto del cibo sano e pulito, dove anche i riders Foodora pedalano felici.

articoli e contenuti in anteprima agli abbonati